Seleziona una pagina

Scopri per l’illuminazione Giardino Design e Funzionalità offerte da Lampioni, lampioncini, faretti, barre e Lampade da Esterno a LED.

Illuminazione da Giardino: Caratteristiche

L’illuminazione giardino è una componente fondamentale del progetto luci domestico. Gli spazi esterni abitativi devono avere la stessa dignità di quelli interni, motivo per cui si rende necessario prestare la massima attenzione al loro allestimento. Per questo la produzione e Vendita di Illuminazione Esterna per Giardino a LED si è estremamente evoluta per avere le caratteristiche che gli spazi esterni ed il loro arredo necessitano.

Un impianto illuminazione giardino deve necessariamente essere funzionale, deve quindi garantire un’adeguata luminosità per vedere, ma al giorno d’oggi è fondamentale anche che sia esteticamente gradevole.

L’architettura moderna, infatti, riserva all’illuminazione giardino un’attenzione in più rispetto al passato, dedicando idee e progetti maggiormente curati, in grado di aumentare in prestigio e in eleganza gli spazi esterni.

Va da sé che un progetto illuminazione giardino dev’essere resistente alle intemperie, quindi deve prevedere elementi stagni contro acqua, ghiaccio e forti sbalzi termici, sia per una questione di convenienza e sia per un fattore di sicurezza.

Di soluzioni per l’illuminazione giardini ce ne sono davvero tantissime e questo permette a chiunque di realizzare il progetto migliore per le sue esigenze.

Negli ultimi anni stanno prendendo piede gli impianti con alimentazione solare, che se ben realizzate permettono di ottenere un buon grado di luminosità a costo zero.

Per quanto concerne la tipologia di supporto per l’illuminazione, invece, sono sempre più coloro che preferiscono installare sistemi a LED al posto delle tradizionali lampadine: è una scelta che, oltre a garantire un maggiore risparmio nei consumi, offre una maggiore qualità di illuminazione.

Se da un lato le lampade a LED non permettono particolari variazioni moderne rispetto ai supporti tradizionali, i moduli LED sono più versatili rispetto alle soluzioni classiche e lasciano libero spazio alla creatività per generare progetti di illuminazione giardino di design.

Luci per Giardino a LED: Cosa sono e Perché Convengono

Prima di proseguire è importante capire cos’è la tecnologia a LED e perché negli ultimi anni ha preso così tanto piede. Le lampade di questo tipo sono costituite da particolari tipi di diodi, detti a congiunzione p-n, realizzati con un metallo semiconduttore.

I portatori di carica elettrica (elettroni e lacune) vengono spinti nella regione del diodo dove trovano le impurità n e p; quando sono sottoposti alla tensione diretta si combinano e danno origine ai fotoni, responsabili del fascio luminoso.

La risposta al dubbio sul loro ridotto consumo è proprio nel funzionamento di questi elementi: la corrente elettrica di alimentazione viene trasformata direttamente in luce, senza passaggi intermedi che causano inutili dispersioni.

Non ci sono filamenti metallici o particelle di gas da sollecitare, pertanto per ottenere la stessa intensità luminosa è necessaria una quantità inferiore di corrente.

Inoltre, le lampadine a LED producono meno calore rispetto alle lampadine tradizionali e questo si tramuta in una maggiore durata del dispositivo, perché si deteriora più lentamente, e a un consumo inferiore perché tutta l’energia ricevuta si trasforma in luce e non in calore.

Tutto questo va sicuramente a vantaggio delle soluzioni per l’illuminazione del giardino, considerando il fatto che nella maggior parte dei casi questi dispositivi restano accessi ininterrottamente per lunghe ore, spesso più di 12, il che accelera il processo di usura.

Lampade o Moduli LED per Illuminare il Giardino?

Istintivamente, quando si parla di illuminazione LED per il giardino il pensiero corre alle classiche lampadine. Sono i sistemi a diodi a emissione luminosa più conosciuti e diffusi, ma non sono l’unico strumento LED per l’illuminazione.

All’inizio dell’articolo si è fatto cenno ai moduli LED, che sono un’alternativa valida e funzionale per ottenere un impianto di illuminazione per giardino d’eccellenza.

In sostanza, i moduli LED sono delle schede elettroniche su cui sono allocati i chip LED, che vengono alimentate da un sistema a bassa tensione.

Dov’è la differenza con le lampadine? È nel posizionamento dei chip LED, che sono a una distanza maggiore gli uni dagli altri e questo influisce positivamente sul funzionamento del sistema, perché più la temperatura è bassa nel punto di giunzione e migliori sono le performance dei diodi.

Sul fattore temperatura influisce anche la posizione dell’alimentatore, posto sempre a distanza rispetto al modulo proprio per non incidere sul riscaldamento dei chip LED.

Riconoscere i moduli LED dalle normali lampadine è molto semplice: nelle specifiche tecniche bisogna controllare la tipologia di alimentazione, che solitamente per i primi è di 12 V in corrente continua.

Inoltre, i moduli LED sono utilizzabili nei sistemi domotica e hanno una durata media di 100.000 ore, contro le 50.000 delle normali lampadine, ma spesso (in relazione alle condizioni d’uso) possono superare facilmente questo limite.

La qualità di produzione è fondamentale: chi cerca un prodotto affidabile deve sempre preferire i modelli che utilizzano il metallo come elemento dissipante.

La vastità di soluzioni per illuminare il giardino permette di trovare sempre il modo per realizzare un progetto accattivante, moderno e in linea con lo stile che si cerca.

L’illuminazione è a tutti gli effetti un elemento decorativo, va studiata nei minimi dettagli per ottenere un effetto gradevole ma, al contempo, funzionale.

Illuminazione Giardino Solare: Cos’è e Perché NON Conviene

L’energia del sole è una risorsa molto importante in quanto è eco-sostenibile e promette di alimentare l’illuminazione giardino senza corrente elettrica.

Tuttavia non c’è una elevata convenienza nell’installazione di lampade da Giardino ad Energia solare per gli esterni. Se da un lato gli aspetti positivi sono numerosi, dall’altra è importante sottolineare che esistono delle discriminanti che possono incidere sul corretto funzionamento dei dispositivi alimentati esclusivamente a energia solare.

Scopriamone i motivi una volta analizzato come funziona una lampada da giardino solare.

Durante il giorno, la luce del sole viene trasformata dalle celle fotovoltaiche in energia elettrica che viene incamerata i batterie. Questa energia serve da utilizzare per il funzionamento degli elementi luminosi quando cala la sera.

Queste lampade, lampioni, faretti per l’illuminazione per esterno giardino con moduli fotovoltaici sono accompagnate da soluzioni di illuminazione a LED che ha consentito di incrementare l’autonomia dei dispositivi anche se questo non è stato abbastanza.

Infatti se capita che ci siano zone d’ombra, per esempio le celle non ricevono l’adeguata quantità di luce e non possono ricaricare in maniera efficace la batteria. La conseguenza è il non ottenere la carica necessaria per il funzionamento durante tutta la notte del dispositivo di illuminazione.

Nel caso di giardini particolarmente ben esposti, dove non sussistono zone d’ombra, ci potrebbe essere la possibilità di slacciare completamente quella parte del sistema di illuminazione dall’impianto di erogazione elettrica, rendendo i dispositivi indipendenti anche sotto questo punto di vista.

Tuttavia permarrebbe il problema della antiestetica presenza dei pannelli solari che poco si addicono a soluzioni che uniscano per una illuminazione giardino design alla funzionalità.

Inoltre durante l’estate è certamente più semplice trovare le condizioni adeguate di luminosità che permettono di effettuare una carica completa degli accumulatori, ma nei mesi invernali è piuttosto complicato raggiungere determinati risultati.

Quindi, anche se i sistemi per l’illuminazione da giardino alimentati con i singoli pannelli solari possono sembrare un’ottima soluzione si consiglia comunque di non usare punti luce autonomi bensì prevedere anche l’alimentazione elettrica di supporto realizzando semplicemente un impianto fotovoltaico centralizzato che offre maggiori garanzie per la continuità di servizio.

Un sistema di questo tipo con un adeguato schema impianto illuminazione giardino fotovoltaico ben realizzato in ogni sua parte permette di alimentare a costo zero tutti gli elementi che lo compongono, rendendo l’illuminazione esterna completamente autosufficiente ed al contempo sicura.

Da evitare quindi i soluzioni indipendenti come Lampioni, lampioncini, applique e faretti LED da Esterno con pannello solare. Le occasioni per usarli sono poche ed il loro costo è del doppio rispetto ad una illuminazione giardino led alimentata da rete elettrica. Il ritorno dell’investimento delle luci giardino a LED è molto più veloce rispetto i dispositivi di illuminazione giardino solare in quanto l’elevata efficienza degli odierni LED abbatte i consumi in modo talmente significativo da superare le lampade solari in convenienza.

 

Illuminazione Giardino: Design, Funzionalità e Sicurezza

Come accennato in precedenza, quando si progetta l’impianto di illuminazione giardino bisogna tenere in considerazione principalmente l’aspetto pratico e poi quello estetico.

La sicurezza degli spazi esterni dipende in gran parte proprio da una corretta progettazione, che non deve prevedere zone d’ombra, assicurando un grado di luminosità adeguato.

Ma la domanda da porsi è: qual è il giusto grado di intensità luminosa per il giardino? Non è semplice rispondere ma si deve partire dal presupposto che, oggi, gli impianti illuminazione giardino non possono prescindere dalla tecnologia LED, per i motivi spiegati poco fa.

È vero che un giardino illuminato la sera è un luogo magico, in cui l’atmosfera è molto romantica, ma questo accade solo quando si ha la giusta intensità luminosa.

Come in tutti gli ambiti, l’eccesso non è mai positivo, nemmeno quando si parla di illuminazione. L’inquinamento luminoso è uno degli errori più frequenti quando si progetta l’illuminazione giardino esterno, che però può risentire anche dell’orientamento del fascio luminoso.

Di base, un’area esterna uniformemente illuminata non necessita di un’intensità elevata per essere sicura, a meno che non si tratti di un viale d’accesso, di cui approfondiremo successivamente,

Funzionalità e sicurezza, quindi, sono due elementi che vanno di pari passo, al contrario dell’estetica e del design, soprattutto se non si dispone di un progetto ben realizzato su come illuminare il giardino.

È necessario individuare una soluzione di compromesso, che se da un lato garantisce un grado di illuminazione adeguato, dall’altro presenta caratteristiche estetiche soddisfacenti per rendere il giardino un luogo piacevole in cui trascorrere qualche ora.

In tutto questo, però, non bisogna mai mettere in secondo piano il budget a disposizione. Da una parte gli elementi funzionali per l’illuminazione giardino hanno un costo solitamente più contenuto rispetto a quelli di design ma peccano in eleganza e sono spartani, poco adatti a un contesto residenziale.

Dall’altra gli elementi di design per l’illuminazione hanno un costo sicuramente superiore ma si inseriscono alla perfezione in ogni contesto residenziale, anche se spesso non hanno il grado di funzionalità desiderato.

Quanti Lumen per illuminare il Giardino?

Fortunatamente esistono in commercio luci per esterno giardino con tecnologia LED che garantiscono la luminosità adeguata a una struttura elegante e raffinata.

Ma quando si parla di intensità giusta per illuminare il giardino, a cosa ci si riferisce?

Dare dei valori di riferimento assoluti è pressoché impossibile, perché c’è una componente soggettiva non trascurabile, tuttavia mediamente per un giardino di 50 metri quadrati servono circa 500/1000 lumen, per 100 metri quadrati sono necessari 1000/2000 lumen e così via, considerano che sono necessari da 10 a 20 lumen per ogni metro quadrato, definiti anche LUX al suolo.

Luce calda, naturale o Fredda nell’illuminazione per Giardino a LED?

Particolarmente importante risulta anche la temperatura dell’emissione quando si scelgono le luci per giardino. Aprendo una piccola parentesi in merito, normalmente si distingue tra luce calda e luce fredda, caratterizzate dalla differente intensità di colore dell’emissione.

A temperature di colore inferiori a 3300 K la luce risulta calda e assume sfumature rilassanti tra il giallo e l’arancio; al contrario, con temperature da 5300 K in su la luce vira sull’azzurro/blu.

La luce tra i 3300 K e i 5300 K è la neutra, quella a cui siamo solitamente esposti durante la giornata grazie al sole.

Per i giardini solitamente si utilizzano luci calde, al massimo neutre, perché sono più morbide e creano maggiori suggestioni in uno spazio aperto, solitamente dedicato al relax.

Sono adatte anche le luci LED nello spettro naturale, perché l’occhio umano riesce a distinguere meglio forme e spazi se questi sono illuminati dalla luce neutra dei LED, che d’altronde riesce a simulare meglio la tonalità della luce solare.

Esistono, ovviamente, delle eccezioni e sono rappresentate dalle architetture ultramoderne, dove si fa largo uso di cemento e superfici vetrate. In questi casi le sfumature di blu della luce fredda sottolineano meglio l’aspetto contemporaneo degli elementi.

Le Tipologie di Soluzioni di illuminazione per Giardino

Le idee per illuminare il giardino non si contano nella grande varietà di soluzioni e sistemi.

Possiamo quindi trovare:

  • per l’illuminazione giardino interrata faretti da incasso per esterno
  • Pali e paletti per l’illuminazione giardino come i lampioni e lampioncini da giardino
  • per l’illuminazione esterna delle architetture della casa applique, barre led e faretti led da esterno
  • per l’illuminazione del verde o altri elementi in giardino faretti led a Picchetto

sono davvero tantissimi gli esempi di illuminazione giardino da adottare per rendere lo spazio esterno di una casa un luogo vivibile e piacevole in tutti i momenti della giornata.

I Pali e i Paletti per l’Illuminazione da Giardino LED

Tra le più apprezzate soluzioni per l’illuminazione giardini ci sono i pali, soluzioni molto versatili che risolvono gran parte delle problematiche di illuminazione per i giardini.

In questa categoria rientrano moltissime tipologie diverse di dispositivi di illuminazione per giardini: lampioni, pali per lanterne e paletti bassi, ognuno dei quali ha caratteristiche peculiari idonee all’installazione.

I lampioni e i pali sono perfetti per illuminare ampi spazi, infatti sono spesso impiegati nell’illuminazione pubblica, anche se trovano sovente utilizzo anche per l’illuminazione ville e giardini di grandi dimensioni.

Nella maggior parte dei casi, quando sono installati all’interno di parchi e giardini, vengono utilizzati per illuminare i viali e le strade d’accesso, creando un percorso luminoso sicuro in cui muoversi con perfetta visibilità.

Diversi sono i paletti per illuminazione giardino, dispositivi di piccole dimensioni che hanno una funzione prettamente estetica ma risultano utili anche per creare un sentiero di luce non particolarmente intensa nei vialetti di piccole dimensioni, per non creare un impatto estetico eccessivo nell’equilibrio dell’architettura dello spazio esterno.

Illuminazione per Giardino Interrata a LED

Le soluzioni per l’illuminazione interrata sono sempre più amate nei giardini, perché oltre a essere poco ingombranti e funzionali, sono anche delle ottime scelte per l’illuminazione decorativa.

I faretti interrati sono disponibili in dimensioni diverse e sono spesso impiegati per segnare un percorso. Si possono distinguere due tipologie diverse in questo caso: i faretti incassati, posizionati a filo con il suolo, e i semincassati che, invece, prevedono che una parte della struttura sporga di qualche centimetro.

Nel caso in cui queste soluzioni vengano utilizzate come segnapasso per l’illuminazione di viali e vialetti si utilizza l’opalizzazione con l’alimentazione a bassa potenza, in modo tale da non accecare e da non causare il fenomeno dell’inquinamento luminoso, che oltre a essere fastidioso risulta anche antiestetico.

Per ottimizzare il loro funzionamento, in questo caso il fascio luminoso viene orientato orizzontalmente, in modo tale da permettere una migliore e omogenea illuminazione di tutto il percorso.

Se nei viali e nei sentieri servono per segnare il cammino, chi cerca un modo per esaltare una particolare architettura, un monumento o un elemento peculiare del giardino, come può essere un albero o una pianta di particolare pregio, fa spesso riferimento ai faretti interrati/seminterrati.

In questi caso, però, non si usa l’opalizzazione ma si lascia che il fascio luminoso venga proiettato verso l’alto, in modo tale da rifrangersi contro gli elementi da esaltare.

I faretti interrati per l’illuminazione giardino non sono invasivi, possono essere camuffati perfettamente nel prato o nel battuto di cemento e non interferiscono con lo specchio di visuale, lasciando il campo completamente aperto.

Sono disponibili con svariate finiture della struttura, prevalentemente metalliche, in modo tale da inserirli elegantemente in ogni contesto.

Generalmente, inoltre, chi opta per i faretti interrati non prevede mai l’installazione di un unico punto luce per il giardino ma progetta un sistema in cui sono presenti numerosi elementi.

Per le loro caratteristiche, i faretti interrati hanno il difetto di avere un’elevata dispersione della luce e a causa della rifrazione, per avere un’adeguata emissione luminosa, hanno bisogno di elevata potenza.

Per questa ragione, per i faretti incassati da giardino si preferiscono gli elementi LED piuttosto che quelli alogeni, che oltre a consumare molto meno richiedono una manutenzione inferiore, garantendo un ulteriore risparmio.

Le lampade alogene hanno un’aspettativa di vita di circa 1000 ore, davvero troppo poca per questo tipo di utilizzo: aprire frequentemente il faretto da incasso per la sostituzione della fonte luminosa sarebbe causa di deterioramento della protezione ip.

I faretti da incasso che vengono interrati possono, però, essere impiegati anche su superfici orizzontali, come per esempio le pareti o le colonne, per implementare le possibilità di personalizzazione del progetto di illuminazione del giardino.

Strisce e Barre LED da Esterno per l’Illuminazione Giardino

Funzionali ed esteticamente gradevoli, le strip LED per l’illuminazione moderna del giardino sono soluzioni altamente versatili, utilizzate sia come mero elemento decorativo sia per sottolineare e segnare una particolare caratteristica dello spazio.

Sono fondamentalmente dei circuiti stampati flessibili, sopra i quali sono stati posizionati elementi luminosi a LED SMD.

In commercio è possibile trovare strip LED per esterni di varia lunghezza e con diversa intensità di flusso luminoso, in relazione alla densità degli elementi LED presenti sulla barra.

Quando si acquistano le strisce LED per l’illuminazione giardino è fondamentale optare per i modelli waterproof, protetti da una speciale resina o da un profilato di alluminio con grado di protezione IP68.

Questi elementi, per altro, nei moderni progetti di illuminazione, vengono inseriti anche a bordo piscina, per creare un’atmosfera particolarmente suggestiva.

Le barre LED, quindi, sono delle strip con una struttura rigida pensate prevalentemente per illuminare gli spazi esterni. Data la loro conformazione, sono ideali per dare luce a parti rettilinee, quindi per creare geometrie luminose sui prati, delimitando determinate aree.

Sono perfette anche per segnare i gradini, i marciapiedi o generare dei percorsi sui viali e i vialetti, ma anche per valorizzare strutture in legno come i gazebo.

Le Lanterne per l’Illuminazione LED Giardino: suggestioni serali assicurate.

Tra gli elementi di design per l’illuminazione del giardino, le lanterne sono un’idea semplice ma efficace per ottenere luce soffusa e romantica in uno spazio aperto.

Nonostante il design classico che caratterizza la maggior parte delle lanterne LED, queste sono considerate soluzioni contemporanee per l’illuminazione da giardino, perché si inseriscono bene nell’ambito dei progetti in stile shabby chic, tanto di moda.

Possono essere posizionate sia sui pali per illuminazione da giardino, sia sulle pareti esterne che sulle colonne dei patii, se presenti.

Permettono di realizzare un’ambientazione particolarmente suggestiva, a tratti vintage, come impongono alcune tendenze in voga negli ultimi anni e sono perfette come elemento di supporto in un impianto di illuminazione giardino di design.

Le lanterne a LED, a fronte di un lato estetico particolarmente accattivante ed esteticamente gradevole, non brillano però in funzionalità.

Il motivo è da ricercare nella posizione della fonte luminosa, che nella maggior parte dei casi è posta al centro della lanterna, causando un’elevata dispersione di luce.

La miglior soluzione che è stata trovata per ottimizzare il funzionamento delle lanterne per l’illuminazione da giardino consiste nel posizionare la fonte luminosa in alto; questo fa in modo che anche le lanterne garantiscano una buona qualità di illuminazione.

Faretti LED a Picchetto per Illuminazione Alberi da Giardino

Non ha solitamente uno scopo funzionale, ma l’illuminazione alberi da giardino contribuisce a rendere gli spazi esterni più affascinanti e suggestivi.

Non è semplicissima la progettazione illuminazione giardino quando si deve concentrare l’attenzione sui singoli elementi, ma una corretta impostazione permette di ottenere grandi risultati.

I faretti a picchetto rappresentano la migliore soluzione in termini di praticità e resa del risultato ma devono esser posizionati nel modo giusto per creare la magia di luci e ombre che garantisce il risultato sperato.

Bisogna studiare la conformazione dell’esemplare vegetale, il modo in cui la luce colpisce il tronco e le fronde per valutare il corretto posizionamento.

Questa tipologia di elemento di illuminazione giardino è considerata la migliore tra tutte quelle disponibili orientate verso questo scopo, perché non sono elementi fissi ma possono essere spostati con relativa facilità in base alla modalità di crescita degli alberi.

Inoltre, possono essere facilmente orientabili, per gestire a meglio la direzione del fascio luminoso, indispensabile per l’ottimizzazione del progetto di illuminazione degli alberi e delle piante da giardino.

Ovviamente, il faretto LED a picchetto da giardino va posizionato in modo tale che la sua luce sia ben visibile, pertanto va installato sul versante maggiormente in mostra; chi vuole ottenere un effetto ottico piacevole dovrebbe posizionare più di un punto luce per illuminare un singolo albero, soprattutto quando le sue dimensioni sono davvero importanti, per evitare di ottenere un effetto plastico poco gradevole.